E non dorme e basta, ma sogna.

 

Sogna mentre io scrivo di quello che ho visto,  ascoltato

di quello che mi ha stupito, o che, tanto tanto, non m’è piaciuto.

Quello che non vedo l’ora di rifare. E quello che non rifarò immediamente, perchè resti raro.

Ai bordi di una scrittura che aspiro asciutta e attica gocciolerà a volte qualche parola troppo tornita. Ma nessuno se ne dispiacerà, ne sono certa.

E se qualcuno se ne dispiacesse, quella è la finestra per andarsene; da chiudere subito dopo, mi raccomando, che qua fa freddo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...